Storie di corrieri e consegne strane e divertenti

Posted by Viviana Prester on 24-ago-2020 18.00.38

I corrieri esistono da migliaia e migliaia di anni già la storia dell'antica Grecia ci narra delle figure di messi viaggiatori, spesso cruciali per l’evoluzione della storia stessa!

Il settore delle consegne probabilmente non cesserà mai di esistere, quantomeno fino al giorno in cui useremo teletrasporto e i corrieri non saranno più necessari.

Andare di casa in casa per consegnare pacchie e documenti potrebbe non sembrare il lavoro più eccitante del mondo, eppure anche questo mestiere riserva delle sorprese…

Un po’ per via di clienti bizzarri, un po’ per via dei corrieri molto creativi, vi raccontiamo qui alcune storie di consegne davvero curiose.

Bambini in consegna!

Nel 1913, il servizio postale degli Stati Uniti iniziò a consentire la spedizione di pacchi di grandi dimensioni tramite posta, molti americani accolsero la notizia con grande entusiasmo.

Una coppia di coniugi dell’Ohio in particolare pensò bene di spedire il figlioletto di otto mesi ai nonni. Pensavano infatti che il servizio postale sarebbe stato più veloce, più sicuro e più conveniente di qualsiasi altro tipo di trasporto.

Il bambino pesava meno del limite dei 23 Kg imposto dall'ufficio postale e la consegna costò ai genitori del bambino solo 15 centesimi.

In più per garantire la sicurezza del bambino, i genitori aggiunsero una polizza assicurativa di 50 dollari.

Sorprendentemente, il bambino arrivò sano e salvo e la storia fece grande notizia! Improvvisamente dappertutto più genitori scelsero di utilizzare questo sistema di trasporto bambini così rivoluzionario.

Nonostante oggi la cosa abbia dell’incredibile, bisogna però precisare che i postini, nei primi anni del ‘900, erano considerati figure ufficiali di riferimento dalle comunità locali, che si fidavano ciecamente dei loro servizi.

Il servizio durò in definitiva soltanto poche settimane poiché l'ufficio postale mise rapidamente fuorilegge la consegna di bambini.

Spiacenti, non siamo riusciti a contattarti…

Una donna anziana in Canada tornò a casa una sera, dopo essere stata fuori tutto il giorno, nella cassetta della posta trovò il bigliettino di mancato recapito del corriere che nell’apposito spazio presentava il giustificativo “Spiacenti, non siamo riusciti a contattarti per: orso alla porta"

Il corriere era passato per consegnare un pacco a mezzogiorno, ma un orso bruno davanti la porta di casa dell’anziana signora ne aveva impedito il deposito.

Forno…subito!

Una donna del Dorset ordinò un forno a microonde per la sua cucina su un negozio online.

Un paio di giorni dopo, il corriere era già in viaggio per effettuare la consegna.

Quando il furgone fu nei pressi della casa, l’addetto delle consegne alla guida virò su un pendio particolarmente ripido perdendo il controllo del mezzo.

Il furgone attraversò il muro della casa della donna entrando direttamente in cucina.

Fortuna nessuno rimase ferito nemmeno il microonde!

Ma la cosa particolarmente comica fu la foto dell’incidente in cui compariva metà del furgone in cucina con la scritta dello slogan sulla fiancata "Consegna dove serve".

 

Stai pensando di spedire un pacco o vuoi avviare un servizio di consegne a supporto del tuo Business? Clicca qui e chiedi la tua consulenza gratuita.

Topics: FAQ - Domande Frequenti